Emergenza umanitaria/ Gli interventi coordinati dal Comune

Featured Image -- 147Con la nota che riportiamo integralmente nel seguito di questo post il Comune di Como che con l’assessore Bruno Magatti ha la responsabilità del coordinamento delle azioni per l’emergenza umanitaria alla Stazione San Giovanna indica i diversi servizi disponibili e chi ne ha la responsabilità. 

«Migranti:prosegue il coordinamento dell’Assessorato alle politiche sociali

Tutti i riferimenti per i cittadini che intendono offrire collaborazione

Prosegue l’azione di coordinamento da parte dell’Assessorato alle politiche sociali del Comune di Como degli interventi previsti e condivisi con gli enti e associazioni che partecipano al tavolo.Il numero dei migranti presso la Stazione San Giovanni, sensibilmente diminuito nei giorni scorsi,  fluttua attorno alle 50-70 persone.

Di comune accordo, azioni e servizi sono presidiati, ciascuno, da uno specifico ente/associazione disposto a farsene carico e ad assumersene la conduzione attraverso i propri volontari.

Questi i servizi già attivati o in via di attivazione:

Presidio Sanitario

Alla Croce Rossa, con la collaborazione delle strutture sanitarie del territorio (ASST, ATS, Ospedale Valduce) è affidato il controllo sanitario anche con un presidio mobile che giornalmente si recherà in piazzale S. Gottardo.

Gli aspetti igienici e di pulizia dei luoghi (piazzale S. Gottardo e giardini) sono a cura del Comune di Como.

Predisposizione di BAGNI in prossimità della Stazione S. Giovanni

Croce Rossa, con la collaborazione del Comune di Como e di Centostazioni sta predisponendo servizi igienici connessi ad acqua corrente e a scarichi fognari nel piazzale S. Gottardo.I servizi saranno aperti tutti i giorni 24 ore su 24.Centostazioni si è dichiarata disponibile ad assicurarne la pulizia.

Servizio DOCCE

Il servizio è attivo da sabato 23 presso gli spogliatoi della palestra del collegio Gallio (ingresso da via Barelli) e potrà proseguire fino alla riapertura delle scuole. Le docce, disposte su due piani, sono riservate, rispettivamente, a uomini e donne.

Presso la medesima sede è attivato il servizio di distribuzione del vestiario e della raccolta di abiti dismessi dai profughi.Il servizio, coordinato dalla Caritas diocesana, è gestito da volontari ANA assieme a  CGIL e coadiuvati da alcuni ragazzi e ragazze africani che sono accolti nelle strutture di Caritas e che si sono resi disponibili per facilitare l’accoglienza.

Il servizio è fruibile tutti i giorni dalle 16 alle 19.

Raccolta e smistamento VESTIARIO

La raccolta del vestiario conferito dai donatori presso CRI è momentaneamente sospesa.

I vestiti già donati sono stati trasferiti presso la sede di Caritas e i volontari dell’Opera San Vincenzo si stanno occupando dello smistamento.

Nuovi volontari per questa attività posso presentarsi direttamente alla Caritas, presso il Centro Cardinal Ferrari, viale Cesare Battisti 8, 22100 COMO, Telefono 031.3312333 al mattino (9-12).

Servizio MENSA (serale)

Da giovedì 28 sarà attivo un servizio mensa dedicato presso l’oratorio di S. Eusebio in via Volta 20, a cura della Caritas cittadina, in collaborazione con la Parrocchia di Como centro. Potranno essere servite fino a 80 persone a sedere a partire dalle 19 e fino alle 21.

Sarà servito un primo cucinato sul posto e, come secondo, cibo “secco” preconfezionato/in scatola.

Chi desidera collaborare a questo servizio può fare riferimento al responsabile della Caritas cittadina. In attesa dell’apertura di questo nuovo servizio resta attivo il servizio mensa di via Tomaso Grossi gestito dall’Associazione Incroci e quello della Parrocchia di Rebbio, cui si aggiunge la distribuzione di sacchetti viveri direttamente presso la Stazione a cura dell’Associazione Como senza Frontiere. Tali servizi saranno sospesi una volta aperta la mensa a S. Eusebio che resterà in funzione per tutto il mese di agosto.

TENDA DORMITORIO per persone vulnerabili

La struttura – ubicata in V.le Innocenzo XI, nel parcheggio dell’ex Stecav, accanto alla sede della Polizia locale – è stata predisposta esclusivamente per donne sole, donne incinte e famigliole con bambini, che potranno usufruirne dalle 23 alle 7 del mattino.

Sono in corso valutazioni per assicurare il necessario presidio notturno e per l’invio alla struttura stessa tramite mediatori culturali.

Attivazione della MEDIAZIONE CULTURALE

È in corso la ricerca di mediatori culturali (Arabo, Francese, Amarico, Tigrino, Inglese) in grado sia di intercettare i bisogni, sia di ri-orientare, ove possibile, le scelte di queste persone verso i canali della legalità.

E’ in preparazione materiale informativo su luoghi e orari per accedere ai servizi da distribuire ai migranti; dei fogli illustrativi verranno inoltre appesi presso la stazione.

 

Riferimenti per i cittadini

Molti cittadini stanno offrendo la loro collaborazione e chiedono riferimenti. Si danno a seguire alcune indicazioni per convogliare ogni sforzo in un’unica direzione condivisa rendendo più efficace l’impegno di tutti.

Al momento sono graditi:

VOLONTARI per smistare gli abiti già donati. Lo smistamento si svolge ogni giorno presso CARITAS a cura dell’Opera San Vincenzo. I nuovi volontari per questa attività posso presentarsi direttamente alla Caritas, presso il Centro Cardinal Ferrari, viale Cesare Battisti 8, 22100 COMO, Telefono 031.3312333 – ore 9.00-12.00.

VOLONTARI per collaborare al servizio mensa presso la Parrocchia di S. Eusebio, via Volta 20 : il riferimento per il servizio è il referente della Caritas cittadina Flavio Bogani – tel 031.265225.

GENERI VARI: biancheria intima nuova, scarpe, salviette, accappatoi e salviettoni (per il momento è sospesa la raccolta di abiti), coperte, viveri a lunga conservazione come tonno in scatola, legumi e verdure in scatola, crackers, succhi monodose, acqua 50cc. Conferire presso CRI in via Italia Libera 11.

DONAZIONI per varie necessità, raccolte da Caritas attraverso il conto corrente bancario presso Credito Valtellinese – IBAN: IT 95 F 05216 10900 0000 0000 5000 intestato a Caritas Diocesana di Como – viale Battisti 8 – 22100 Como. Indicare nella causale: “emergenza stazione”».

[dal Notiziario comunale]

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Emergenza umanitaria/ Gli interventi coordinati dal Comune

  1. ecoinformazioni ha detto:

    L’ha ribloggato su .

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...