La Svizzera contro le frontiere e l’ignoranza

stop-allignoranzaSi è svolto  a Chiasso in piazza Indipendenza il 31 luglio dalle 17  un presidio contro le frontiere. [info su La regione].  Lunedì 1 agosto Stop all’ignoranza invita a Senza frontiere che si svolgerà a Chiasso in piazza Indipendenza e vedrà la partecipazione di diverse realtà associative e di movimento. Nella giornata si parlerà anche dell’emergenza umanitaria di Como San Giovanni. Leggi nel seguito il programma e il comunicato di Stop all’ignoranza.

Programma

09.00 Torneo di calcio antirazzista
12.30 Pranzo conviviale
14.00 Intervento di “Jorgito”

“Jorgito” (Jorge Jérez Belisario), ragazzo cubano, affetto da una grave paralisi
cerebrale, dopo anni di intense cure, riesce ad ottenere la laurea in giornalismo
all’Università di Camagüey e diventa un forte simbolo per il popolo cubano.

Pomeriggio
Musica con il gruppo El Bicho
Raissa Avilés, voce / Max Frapolli, chitarra
Lio Morandi, basso elettrico / Manuel Beyeler, percussioni

Obbiettivi della giornata

1° agosto senza frontiere
Chiasso, Piazza Indipendenza

Durante il primo d’agosto, per vivere una Svizzera “altra”, cogliamo l’occasione per festeggiare i valori più belli che nel corso dei secoli hanno accomunato intere generazioni: l’accoglienza, l’ospitalità per i rifugiati e gli esiliati, la solidarietà, la multiculturalità, l’umanità, il plurilinguismo.

All’irresponsabilità di chi vuole e costruisce muri alle frontiere contrapponiamo il nostro essere aperti e solidali, accoglienti e generosi, ospitali verso chi fugge dalla guerra e dalla miseria in cerca di una vita piena di dignità e rispetto.

Questo primo d’agosto senza frontiere si pone come obiettivo un momento in cui evidenziare quelli che per noi dovrebbero essere i principi che hanno fatto della Svizzera una terra d’accoglienza, di integrazione, di protezione, di apertura, di rispetto per le minoranze.

Vogliamo smarcarci da coloro che attendono con ansia l’ennesima occasione per ribadire litanie che fomentano xenofobia e odio, con discorsi retorici, nazionalisti e populisti.

Vogliamo festeggiare una Svizzera aperta a migranti e richiedenti l’asilo, contraria alle esportazioni di armi, allo sfruttamento dei lavoratori e delle lavoratrici, solidale con le organizzazioni che hanno a cuore il Sud di questo martoriato pianeta.

La Terra che vogliamo comprende una Svizzera ricca delle culture che la popolano, ospitale ed aperta, con le mani tese e i sorrisi volti al resto del mondo, umanitaria. [Stopallignoranza]

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a La Svizzera contro le frontiere e l’ignoranza

  1. ecoinformazioni ha detto:

    L’ha ribloggato su .

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...