ecoinformazioni 564

564L’apertura del 564 è di Abramo Francescato e parla diritti violati, di migranti deportati, della vergognosa prassi di considerare illegali coloro ai quali non diamo la possibilità di avere documenti regolari. Il numero denunciando l’idea di impedire a chi non può camminare l’accesso a una parte della città.

Elementi per comprendere quanto grave sia la crisi di senso della città e quanto sarebbe necessario un cambiamento totale di verso nelle politiche locali e non solo. Non si tratta e mai si è trattato di cambiare passo ma per impostare una stagione di riforme che se sono tali saranno rivoluzionarie. Un percorso difficile e per il momento non avviato né localmente né nazionalmente come sottolineano Emilio Russo e Luca Michelini nelle loro analisi. Il 564 non è però un numero distruttivo. Vi trovate anche il resoconto del convegno Strategie per un mondo nuovo e alla fine  l’inno alla politica e alla formazione che…

View original post 67 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...