Alberi migranti

Dato che gli alberi non hanno bisogno di permesso di soggiorno, se ne stanno ancora lì, nei giardini di Como San Giovanni. Specialmente i cedri, davvero imponenti, intorno ai quali si svolgeva l’estate scorsa la vita quotidiana dei migranti. Per lo più i cedri sono alberi africani (marocchini, dei monti dell’Atlante), oppure  mediorientali (i cedri del Libano). È un po’ come per i platani: o sono nordamericani (Platanus occidentalis) o asiatici (Platanus orientalis). E così per molte altre specie, importate un tempo da terre lontane e naturalizzate senza difficoltà. Una comunità multietnica allegra e plurilingue c’è ancora davanti alla stazione.

View original post 110 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...