ecoinformazioni 584

C’è una città che suona. Una bella musica, certo non sempre felice, ma almeno non monotona e sempre fantasiosamente multiculturale. Non sappiamo quanto il governo di partiti razzifascisti travestiti da 118 cercherà di impedire a tante e tanti di suonare. Certamente la musica cambierà con Landiscina sindaco, ritornando a melodie vetuste e anacronistiche come i simboli di una storia che avremmo voluto finita eppure è apparsa violentemente persino al Sociale durante il dibattito tra i candidati al ballottaggio.

View original post 44 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...