Csf/ Anna Francescato e Fabio Cani portavoce

L’assemblea degli aderenti a Como senza frontiere dell’11 gennaio ha ringraziato per lo straordinario lavoro svolto i quattro portavoce uscenti: Annamaria Francescato, Abramo Francescato, Nicolas Aiazzi e Revelin Irabon. L’assemblea ha quindi designato all’unanimità Annamaria Francescato e Fabio Cani portavoce per il 2018, riservandosi di nominarne altre/i in prossime assemblee.

La scelta adottata, nel rispetto dei criteri dettati dalle Intese in rete che prevedono che i/ le portavoce esprimano tutte le sensibilità dei gruppi che costituiscono la rete ha tenuto conto della necessità di assicurare continuità confermando una delle portavoce e ricambio con la designazione di Fabio Cani. Entrambi hanno accettato la nomina. Nell’assemblea si sono poi programmate le iniziative del mese di gennaio a partire dalla XX Marcia per i nuovi desaparecidos.

 XX Marcia per i nuovi desaparecidos, Como sabato 13 gennaio dalle 16 alle 17 in via Florio da Bontà (di fronte alla ex sede della Banca d’Italia)

Siamo arrivati alla ventesima marcia per i nuovi desaparecidos. Poca cosa, in confronto all’impegno delle amiche e degli amici di Milano senza frontiere e Palermo senza frontiere in questi anni. Poca cosa rispetto agli sforzi incessanti di chi dalla sponda Sud del Mediterraneo o dalla frontiera tra Messico e Stati Uniti lotta e non si rassegna alla scomparsa di una persona cara, dispersa nel tentativo di migrare. Abbiamo provato a riportare l’attenzione di una cittadinanza sempre più narcotizzata dall’indifferenza su dei volti di esseri umani in tutto simili ai nostri volti. Abbiamo provato a innescare una reazione nell’animo chi, perplesso, ci osservava marciare, provato a far superare un’effimera compassione o una spontanea diffidenza, provato ad dare il via ad un processo di pubblico uso della ragione, provato a veicolare un’informazione altra da quella che spesso ci propinano i media, provato a riscoprire la dimensione comunitaria del confronto in piazza.
Spesso le nostre ragioni sono state osteggiate, spesso siamo stati additati come traditori della patria, nemici della nazione, ciechi esecutori di un piano di sostituzione etnica. Non sempre c’è interesse nello spendersi in un dibattito sincero, è molto più facile indicare un nemico, sbraitare al complotto, “colpire il calciatore e non la palla”. Noi non vorremmo certo abbassarci a queste logiche che nulla hanno di arricchente per la collettività, ma che, anzi, alimentano dinamiche che schiacciano e uccidono. Ma in questo mese della Pace non possiamo tacere che se buona parte dell’umanità vive una quotidianità di violenze, sfruttamento e prevaricazioni, se donne e uomini, ragazze e ragazzi, bambine e bambini ovunque nel mondo sono costretti a fuggire da guerre, fame, soprusi e povertà, ciò non è dovuto al caso, ma a precise responsabilità. E noi, che ci sentiamo parte di quel popolo della Pace che non può accettare l’inattività né tantomeno la promozione per inerzia di una liturgia vuota e distante dalle sofferenze del reale, ci sentiamo in dovere di mettere in luce queste responsabilità, dati alla mano: gli investimenti delle banche italiane in armamenti nel 2017 hanno raggiunto, secondo la relazione annuale del Parlamento italiano, un importo di 3.748.524.372,94 euro, a cui si sommano 3.465.095.600,49 euro di importi accessori. Numeri inaccettabili! Gli istituti di credito presenti nell’Italia che ripudia la guerra stanno diffondendo terrore e morte in nome del profitto. Chi crede che il pericolo per il nostro benessere collettivo sia costituito da coloro che alimentano le violenze, e non da coloro che le subiscono, da coloro che affamano, e non da coloro che vengono affamati ovunque nel mondo, Sabato 13 Gennaio alle 16 venga a marciare con noi davanti alla sede della Banca di Italia a Como. #RestiamoUmani.

 Como senza frontiere

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Csf/ Anna Francescato e Fabio Cani portavoce

  1. ecoinformazioni ha detto:

    L’ha ribloggato su .

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...