Dopo otto mesi sepolto a Balerna il migrante travolto da un treno il 20 febbraio

A distanza di oltre otto mesi dalla morte, avvenuta il 20 febbraio scorso, si sono svolte ieri, 31 ottobre 2018 alle 14, al Cimitero di Balerna in Canton Ticino le esequie di Kouyt Mohamed, trentanovenne del Marocco investito da un treno non lontano dalla stazione di Balerna mentre camminava lungo la linea ferroviaria. Dopo l’incidente, nel quale era rimasto gravemente ferito anche un altro migrante, non si sapeva nulla di lui, e la sua identificazione era avvenuta solo a distanza di circa un mese con la collaborazione delle autorità marocchine.

Al funerale hanno assistito una settantina di persone, tra cui il sindaco di Balerna, che ha voluto rappresentare la partecipazione dell’intera comunità della cittadina a questo dramma della migrazione. Il corpo di Kouyt Mohamed è stato deposto non lontano dalla tomba di un altro migrante morto a Balerna, fulminato dalla linea elettrica della ferrovia, Youssouf Diakite, ventenne maliano. Entrambi erano stati ricordati dalla rete Como senza frontiere con la XXI marcia per i nuovi desaparecidos, organizzata il 25 febbraio 2018 a Ponte Chiasso, nei pressi di quella frontiera che continua a uccidere.

Restano molto serie le condizioni del migrante camerunense travolto insieme a Kouyt Mohamed, che si trova tuttora in ospedale.

[FC, Como senza frontiere]

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Dopo otto mesi sepolto a Balerna il migrante travolto da un treno il 20 febbraio

  1. ecoinformazioni ha detto:

    L’ha ribloggato su .

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...